Primavera a sorpresa, scattano in anticipo i lavori di manutenzione

Alberi pieni di foglie e prati verdi, la primavera quest’anno è arrivata a sorpresa qualche settimana prima del previsto, accompagnata da temperature ben al di sopra della media stagionale. Sono così scattati in anticipo i lavori di manutenzione per fronteggiare l’inizio accelerato dell’attività vegetativa delle graminacee.  Complici le abbondanti piogge dei mesi precedenti e il caldo favorevole delle ultime settimane, nessuna sorpresa se l’erba sembra crescere a vista d’occhio. Occorrerà però rimettere mano alla programmazione e anticipare il taglio normalmente previsto per metà aprile.

L’ultimo trimestre ha fatto registrare una situazione climatica anomala: per trovare un anno più piovoso del 2014 bisogna infatti tornare al 1826, quando solo nel mese di febbraio le precipitazioni avevano segnato addirittura un +283% rispetto alla media stagionale. Anche la temperatura registrata nel periodo tra dicembre 2013 e febbraio 2014 – fanno sapere sempre dall’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del CNR – è stata la seconda più elevata, nel Nord Italia, da oltre due secoli. Per avere poi un febbraio più caldo di quello appena trascorso bisogna andare al 1990: allora il termometro segnava una temperatura media del +2,72°C.